Quali prospettive fuori dall’Italia?

Quali prospettive fuori dall’Italia?

Ci si può chiedere come venga giudicata negli altri paesi altri dall’Italia una prospettiva di crescita che spinga e coinvolga il lavoro inteso nella sua prospettiva più sociale. Io credo che questo possa essere di primo obiettivo per tutti, visti i notevoli riscontri positivi che questo può determinare, e che sono sempre e comunque propri e intrinseci alla stessa vita sociale.

Se voi doveste concentrarvi in questa direzione vi potreste senza alcuna ombra di dubbio accorgere del pieno e assoluto e garantito valore di un valore proprio del lavoro sociale anche in ottica più generale e più statale e magari anche pure e anche in ottica di redistribuzione di welfare e di ricchezza tra i cittadini, che tocca dunque e anche e pure i meno abbienti e i meno fortunati in ambiente di lavoro e di vita. Io credo che non si possa dimenticare una importanza centrale e fulcro in questo senso, come immagino voi siate in accordo con me.

(altro…)

Impegnarsi per un futuro migliore

Impegnarsi per un futuro migliore

Dunque, cosa si può dire di più quando già si comincia con un invito tanto pieno e tanto vero e di tanto significato e valore? Insomma, direi proprio che si rischia di sminuire quanto già il titolo dice. Eppure, io vorrei davvero qui in questa sede e qui con voi e tra noi spendere qualche parola in più, in modo da venire incontro a un significato pieno e vero e ancora più sottolineato per delineare questo futuro che possiamo raggiungere solo con tanto e tanto impegno solidale.

Da un punto di vista che vuole essere di una propria prospettiva più ampia e meno marcata io ritengo che sia necessario valutare in sintonia con ogni realtà che è concreta e precipua, come funzioni e si alterni una buona concessione reciproca a una sufficiente pensiero per sé. Perché in fondo è ben normale che ciascuno debba anche fare i conti nella propria famiglia e far vivere bene sé, la sua famiglia e i suoi figli. Su questo non vi è alcun dubbio che ci si debba concentrare su un punto centrale ed epocale come è e rimane questo.

(altro…)

Gli studi in materia di lavoro sociale

Gli studi in materia di lavoro sociale

Vi sono in Italia ma anche nei paesi esteri numerose scuole e molte università che hanno istituito corsi dedicati agli studi nella materia del lavoro sociale e della promozione del welfare nel proprio paese in specie. In questo senso io credo che un approfondimento della materia attraverso lo studio, in specie di un corso universitario, possa aiutare e molto chiunque abbia intenzione di intraprendere una carriera in questo ambiente e in questo mondo di lavoro.

Non credo che ci si possa azzardare a consigliare simili corsi senza distinzione a chiunque, dato che io credo sia necessaria una certa vocazione che offra favore in chiunque e in tutti coloro che vogliano per davvero darsi da fare per la promozione e la aumento di quelle che sono le prospettive nel proprio paese in tema sia da un lato di lavoro sociale che poi e anche da un altro punto di vista del welfare e delle politiche di welfare dopotutto e pure. In tal senso direi che dovreste sempre essere aggiornati e ben attenti da questo punto di vista.

Oppure pensate che una buona promozione in tal senso possa e debba muovere in una direzione diversa e più specifica, che appunto poggia la propria conoscenza e le proprie basi specifiche in un punto tutto proprio quale può essere quello di un apposito corso di studi, tale da aumentare e pure direi anche e di molto le conoscenze specifiche nel settore del lavoro sociale e del welfare. Da questo punto di vista direi che una simile utilità non sia proprio aggirabile.

Le opportunità nel mondo del lavoro

E in fondo anche noi dobbiamo guadagnarci da vivere, e io penso che riuscire in tale intento proprio e attraverso anche un aiuto per gli altri e la promozione di prospettive di lavoro che sappiano per davvero essere di altruismo e non di egoismo possa permettere oltre che di vivere anche e di vivere bene. Non lo credete forse anche voi? Sareste forse capaci di smentire questa mia, e anzi questa nostra, affermazione? Sia ben chiaro che per eventuali vostri pareri, sia che siano concorsi sia che siano contrari, basta scrivere.

A tal fine avete sia gli spazi offerti dai commenti in ciascun post sia gli spazi più rilassati della pagina contatti, cui ambo ci dedicheremo non appena sarà possibile e, se si riesce, rispondendo e avviando un buon dibattito.

Si può usare un frullatore anche come oggetto di arredamento?

Si può usare un frullatore anche come oggetto di arredamento?

Ecco che ci si pone un quesito che uno potrebbe anche e pure sottovalutare tutto quanto si possa fare con un semplice frullatore da cucina anche e pure in ottica di arredamento della casa, e invece in così poco spazio e in un unico e solo prodotto tu puoi trovare una marea totale di diversi possibili usi, e dunque anche e pure quello estetico. E io non sono mica qui per fare la arrogante eh, sia ben chiaro, dal momento che non voglio dirvi di utilizzarle se proprio ma proprio non ne avete il bisogno in alcun modo e totalmente no.

E dunque magari vi state or ora chiedendo a che cosa io mi riferissi quando vi ho detto che un normale frullatore ad immersione da cucina può divenire uno strumento di arredamento di interni. Per primo elemento, date la sua grande varietà di forme e di colore, le potrete inserire e togliere dal vostro ambiente di cucina senza eccessivi problemi e in ogni modo. O ancora, in caso di uso in casa propria, potrete pure mantenerlo per spostamenti di breve, magari e pure se esso ha uno stile estetico migliore rispetto a quando vi mettete in cucina degli strumenti ingombranti invece, che voi magari odiate del tutto.

Allora e invece voi cosa ne trovate di quelle persone che acquistano strumenti iper mega funzionali, ma ingombranti a dismisura, in quanto magari e pure approfittano di avanzamenti o di sconti al fine di portare a casa tanti aggeggi diversi che altro non fanno se non appesantire l’aspetto estetico della vostra cucina? Che sia per risparmiare, che sia in tema di cura estetica oppure anche e pure di un tema invece e del tutto diverso, se non addirittura e in radice radicale. E ciò sia chiaro, io lo dico perché ci sono passata e so bene che cosa questo possa mai significare!

Frullare e frullare, di giorno in giorno…

Io non so se voi vi siete mai chiesti quanto bene vi possa fare avere con voi un frullatore di quelli variopinti e di forme particolari? Io credo che vi possa essere utile sia da un punto di vista dinamico sia da un punto di vista statico, ossia in relazione a un suo uso che sia slegato da una prospettiva di estetica in sé e per sé e invece calata in una prospettiva di uso più quotidiano.

Come si fa a scegliere un tiralatte per nostro figlio?

Come si fa a scegliere un tiralatte per nostro figlio?

Io mi chiedo se voi abbiate l’intenzione di ragionare di prendere e acquistare un buon tiralatte ma voi non sapete quali siano gli esemplari migliori? Io penso a voi e mi chiedo se vogliate o no far fronte a tutto quanto ci sia necessità di fare e di dire. Non è mica mai ben semplice dare risposta a un interrogativo come questa che ho messo in apertura di questo blog del mio blog, ma anzi io penso che tale domanda sia tanto difficile quanto poi e in reale è e diviene utile e concreto dare una opinione.

Insomma, io comprendo bene che in questo momento di crisi vi sia un identico problema di bisogno di aprire al risparmio ogni volta che sia possibile individuarlo. E comunque da questo punto di vista in poi io mi potrei anche e pure chiedere quali conseguenze voi possiate giungere o cercare di possedere attraverso una buona prova e un esame totale di questi e tanti altri modelli su un sito internet che fa di compara prodotti..

Poi forse bisogna anche e pure proseguire ad andare avanti poi ci saranno momenti e spazi e poi anche e pure se vi sia una probabilità o una eventualità che determina sia da una parte sia anche e pure dall’altro tutto quello che in me e in te e in voi tutti abbia specificato pure un risultato di chi? Se andiamo avanti in tal senso e poi pure e anche in sé e per sé, io penso che in tal via si possa superare i vostri problemi contro ogni possibile punto.

In questo modello o in quel modello?

Sulla rete in generale e poi in specie su quei siti di cui io ti dico e a partire dai quali si può anche e pure andare a vedere tutto ciò che si può trovare in quanto popola internet e può dare molte e tante altre possibilità di arricchire la nostra conoscenza di ogni cosa che è poi connessa con il tiralatte manuale. Che in fondo è di questi aggeggi per noi mamme che noi siamo qui a parlare e a dire e tutto quanto poi qui stiamo noi facendo e che io spero può poi dare il via a uno scambio di commenti o di messaggi su questo mio stesso blog il prima possibile, tra me e te e voi tutti.

Come ascoltare i concerti? Semplice, con i diffusori acustici!

Come ascoltare i concerti? Semplice, con i diffusori acustici!

Ho capito, ho già capito, siete fin da ora e fin da subito molto ma molto perplessi. Ma non vi preoccupate, e non prendetemi per pazzo: ora infatti vi spiegherò il perché di quanto io ho affermato fino ad ora. Non sto infatti mica parlando di vedere un concerto dal vivo, in quanto infatti a mio modesto parere un concerto dal vivo è tutta un’altra cosa e non vi è mica nulla da dire, insomma non si può fare alcun paragone tra un concerto dal vivo e un concerto su dvd o su bluray.

Però è anche vero che non abbiamo mica tutti i soldi che ci sono necessari per andare a vedere tutti i concerti dei cantanti che ci piacciono e che dunque noi vorremmo vedere. Avete capito no il tipo di ragionamento che io sto facendo? Quando insomma i soldi cominciano a scarseggiare, ci possiamo anche comprare il dvd del concerto, e guardarcelo comodi comodi dal divano di casa nostra. Però è anche ovvio che, per guardare un concerto a casa propria come si deve, è prima necessario avere un giusto set di diffusori acustici.

E infatti, se le vostre casse non sono adeguate, il rischio è che il concerto non si senta con la stessa qualità che il dvd o il bluray in sé e per sé considerati vi avrebbero garantito. Proprio per questa ragione, io penso che sia opportuno, se non addirittura necessario, acquistare un set di diffusori audio acustici che sia della qualità idonea per poter guardare in casa propria un bel concerto sul proprio televisore.

Quasi come esserci per davvero!

Il quasi io vi dico è di obbligo, non è che possiamo mica stare qui a raccontarci cose non vere. Ci stiamo dicendo invece che noi insieme stiamo solo e solamente ricercando quello di cui abbiamo bisogno, e a partire dai quali noi abbiamo bisogno di trovare una soluzione quanto meno vicina, ma è ben ovvio che ascoltare un concerto dal tv non equivale mai a guardare un concerto dal vivo. Vuoi mettere la differenza in punto di adrenalina?

Ma comunque, io vi dico che dovete stare bene attenti a operare una scelta adeguata e opportuna, perché in caso contrario voi vi potreste trovare delusi da una qualità audio che non è poi corrispondente a quella che voi stessi avevate desiderato. Dunque, state davvero bene attenti alle specifiche.

Aspettare mia moglie col lettore DVD portatile

Aspettare mia moglie col lettore DVD portatile

Mi è capitato di recente molto ma molto spesso, di dover accompagnare mia moglie di qua e di là, a fare commissioni. Dal momento però che lei deve fare queste commissioni da sola, e dunque io non posso e non devo e anche e pure non voglio seguirla di qua e di là. Me ne resto insomma nella mia bella auto, in tutta pace e senza il minimo sforzo da fare. E sia ben chiaro che a me piace, ma mi sono dovuto trovare un modo per passare il tempo.

Molte volte leggo, dunque mi porto uno o due libri e me li leggo con calma, dato che a me piace molto leggere. Però è anche vero che se si deve stare molto tempo in auto ad aspettare, dato che poi tornare a casa diviene ben poco economico, leggere e leggere e leggere ancora può dare un po’ fastidio alla testa. Proprio per questa ragione io ho deciso di comperare un bel lettore dvd portatile, per potermi guardare gli episodi delle mie serie tv preferite anche stando ben comodo in auto.

E vi devo dire che la qualità sia video che audio è a dir poco impressionante: si vede benissimo, e se inoltre vi fate assistere da un gran bel paio di cuffie o di auricolari, vi posso ben assicurare che anche l’audio è come se lo si sentisse al cinema, o per lo meno dal divano di casa propria. Insomma, a mio parere è proprio il massimo della comodità e del relax, e per questo son qui che vi voglio invitare a provare anche voi, che ci sta per davvero. Poi mi farete sapere qui nei commenti cosa ne pensate voi di una cosa simile.

E l’attesa passa molto in fretta

Che poi io allora mi chiedo se a voi non convenga anche prendere in considerazione un certo elemento particolare, che è il fatto che il tempo vola, e quasi quasi arrivo a sperare che mia moglie si intrattenga ancora qualche minuto di più in commissioni, in modo da permettermi di vedere una puntata in più, o di finire di vedere quella che sto già guardando in quel preciso momento. E vedrete anche e pure voi che questa speranza, per quanto a primo impatto assurda, poi magari la proverete anche voi: non ci si riesce più a staccare dallo schermo, fidatevi di me!

Cuffie wireless: vanto o necessità?

Cuffie wireless: vanto o necessità?

Mi ci son trovato a chiedermelo dopo che oggi io mi sono trovato costretto a vedere questo gruppo di tanti ma tanti quindicenni tutti con le cuffie wireless, belli seduti tranquilli sul treno. Tutti ad ascoltare la musica, anche e pure se erano seduti vicini vicini. Ma io mi dico: non potete parlare un poco tra di voi invece che stare tutti lì ad ascoltare la musica? A volte, io ve lo dico e lo ammetto con pieno candore, queste cose e questi ragazzi proprio non li capisco per niente.

Che poi queste cuffie wireless siano in sé e per sé una cosa buona, non ci piove io credo: ben vengano queste soluzioni che tolgono cavi e cavetti dal dare fastidio a chi ascolta la musica. E ben venga pure chi ascolta pure tanta ma tanta musica in treno, perché in fondo con tutti questi viaggi lunghi da fare, in treno o in bus o in altri mezzi pubblici, insomma uno può anche arrivare ad annoiarsi senza nemmeno troppa difficoltà. Ma allora e a questo punto io vengo qui e mi chiedo: proprio proprio non potete farne a meno?

E comunque forse ancora a questo punto non avete capito perché io mi sia chiesto se qui si tratti o meno di vanto o di necessità. Il fatto è che queste wireless cuffie migliori di questi ragazzi erano dei colori e delle fantasie più assurde e variopinte che io avessi mai visto: e anzi, lasciatemelo pure dire, alcune di queste erano decisamente osé, altre volgari, che io proprio non capisco visto che in treno ci sono anche bambini e famiglie e persone che comunque hanno una certa sensibilità e non devono mica essere costrette a vedere le tue cuffie.

Un poco di rispetto in più!

Dato poi che uno non può nemmeno dire che vabbè ci si può sedere da un’altra parte, visto che spesso in treno è già un bel miracolo trovare un singolo e solo posto a sedere, figurati se se ne cerca più di uno, insomma. E io non sono un bacchettone in sé e per sé, ma è solo che certe cose mi danno fastidio. E dunque, ben vengano le cuffie wireless, ma che le si usi con un poco di rispetto in più: in tanti lo sanno fare, e allora io mi chiedo qui in questa nostra sede, perché tutti non lo possano imparare.

Una rivoluzione in casa mia, grazie al robot aspirapolvere

Una rivoluzione in casa mia, grazie al robot aspirapolvere

Sono a dir poco sicura che le mie prossime giornate di pulizia in casa e le mie prossime pulizie di Primavera saranno a dir poco facili, semplici e immediate visto che ho appena acquistato il mio nuovo robot aspirapolvere da un sito internet e questo sta infine per arrivarmi. Insomma, che io sappia e in base a quanto mi è stato detto dalla pagina di relazione della spedizione il mio nuovo robot aspirapolvere dovrebbe arrivare tra molto poco, probabilmente oggi o domani al massimo. E beh, fatto sta che con questa sono del tutto sicura che i miei prossimi giorni in questa mia casa saranno alla insegna della comodità e del relax.

Ma al contempo io penso che non sia per nulla possibile arrivare a dire che questa possa rivoluzionarmi la vita: insomma, tale sconvolgimento troverà il proprio senso, e questo è a dir poco chiaro, nel momento stesso in cui si individuerà da parte mia come il tutto possa fare un ruolo non solo nuovo, ma anzi e invece anche e pure del tipo di una lettura radicalmente opposta. E in questo senso io penso che pure voi potete cogliere in sé e per sé e fin da subito il centro tutto proprio del discorso. Volete allora seguirmi ora e qui nella mia argomentazione?

Da questo punto di vista e dunque da una successione di piani che io direi essere di traduzione e semplificazione di un aspirapolvere robot domestico, potremmo dire che la probabilità di utilizzare tale oggetto entro più ambienti è tale da ingrandirne e non di poco la validità; e in effetti, io dico, se un solo oggetto posso usarlo sia per un certo scopo che anche e pure per un altro che è invece diverso, è allora ben chiaro che in questo modo avrò ottenuto più effetti con una unica e sola spesa.

Tanti effetti con un solo aggeggio? Wow!

Qui il pensiero io credo è quanto mai semplice e adeguato: se un unico e solo oggetto ha la capacità di compiere due o più ruoli, è chiaro che tu sarai tenuto ad acquistare ben e molti meno oggetti per poter ottenere tutti quei ruoli. Questo significa allora che ti sarà sufficiente procedere a un unico e solitario esborso, il che io credo che in periodi di crisi possa essere quello che io chiamerei un vero e proprio toccasana per il proprio salvadanaio.

Il mio orologio da parete non gira più!

Il mio orologio da parete non gira più!

A questo punto io mi chiedo cosa devo fare per poter correggere questo mal funzionamento, e poi anche e pure che cosa dovrei fare per oltrepassare ogni cosa e ogni condizione che si sia venuta e costituire in questa situazione, e che in fondo ho paura che possa avere brutte conseguenze sul mio conto in banca, e come voi ben potete sperare. E sia ben chiaro infatti e appunto allora che una riparazione della mia sega circolare, è molto difficile, ma molto ma molto ingegnoso. E ciò non è solo e soltanto per spaventarvi un poco, dato che è del tutto arrischiato se non si sa bene che cosa toccare.

Ma da questo punto di vista ecco allora quale sia tutto il problema in sé e per sé che io temo che questo possa avere delle ripercussioni brutte di una simile situazione complessiva, e lo sanno per davvero e proprio tutti e pure io in fondo visto che ho voluto dare una nuova svolta a questo argomento della riparazione delle lancette e dei meccanismi di un orologio da parete, la quale riparazione è infatti e in tutto e per tutto da doversi valutare come una questione univoca e tutta propria anche al fine e al ruolo di alleggerire il nostro lavoro di tutti i giorni.

Io penso poi e dunque che forse quasi mi possa convenire prestare maggiore attenzione a comperare un nuovo orologio da parete, e questo è anche e pure da dirsi in base al punto di osservazione che ci si può permettere di valutare del tutto e quindi e anche una realtà di ben molta più qualità, ossia tutto quanto ci si sarebbe aspettati in realtà ciò che dà e considera da un punto di vista economico. E infatti la situazione del denaro di oggi deve essere comunque bene presa in valutazione, visto il problema del risparmio del denaro che a oggi si viene a determinare nella circostanze delle realtà odierne.

Come posso ri arredare allora la mia casa?

Di per certo non si può andare avanti con uno di orologi da parete che non abbia più alcuna propria possibilità di dare il seguito a un arredamento funzionale, e il quale è necessario in modo da permettere di offrire un ricambio ma anche e insieme e al contempo anche e pure di offrire un ruolo a dir poco utile in tema di utilizzazione in piena sintesi.

La miglior levigatrice al mondo

La miglior levigatrice al mondo

La ho scovata quasi per caso, così solcando i mari in giro per la rete e ho scovato un sito che faceva un confronto tra levigatrici e ne vedeva tanto le revisioni e le convinzioni e i convinzioni, quanto poi anche i costi e dove le si poteva scoprire sotto costo o con sconti, o pubblicità, o buoni sconto o con altre ancora diminuzioni del prezzo per vari motivi. E insomma, mi ci sono fidato e mi sono trovato per le mani una levigatrice a dir poco clamoroso!

Io credo insomma che la rete possa venire in aiuto del compratore medio di oggi nel trovare in suo favore tante ma tante occasioni che si possono vedere e le offerte sulla piazza in modo da dare e definire degli spazi di spostamento con poca spesa. E da questo punto di vista il quale in sé e per sé ha forse ben poco da dire, è pensabile e comunque scrutare e considerare a molti altri esterni pur centrali di questi fatti e che danno molto accezione e grande merito a ogni e tutti i ruoli a sé propri.

Questo però senza stare a dire a quanto il ruolo di un sito possa essere ottimo ai fini di un aiuto pure vicendevole, nel senso di  un baratto di idee che non voglia avere un valore delimitato a un sé e per sé ma che voglia invece e pure ambire anche a immensità più ampie i quali si muovono verso una direzione e un panorama di risparmio in fase di compera che a noi serve e tanto, e in specie in questi momenti e tempi di crisi in cui gli euro fanno difetto un po’ a tutti e un po’ in tutti i sezioni insomma.

Uno strumento e un aggeggio utile!

E cosa dire poi di una lezione valoriale del punto dei siti che ci danno così tante opportunità di risparmio e di sviluppo in una ottica di piazza dei compratori, insomma di un mercato che possa essere vicino a tutti noi e poi e pure a voi che in un senso o nell’altro si possa fare o a demolire una levigatrice un lavoro o una volta o due volte in due ambienti di lavoro sia sul fai da te che in ottica di lavoro un poco più specialistico. E ciò al fine di un valore più pieno e in senso pieno.

Come essere più belle con le lenti a contatto colorate!

Come essere più belle con le lenti a contatto colorate!

Questo anno ho deciso di regalarmi un bel paio di lenti a contatto colorate, di quelle che si vedono utilizzate oggi giorno in tutti i canali televisivi da una marea di attori e di attrici, e di presentatori tv e di presentatrici tv! E però vi è una brutta cosa nel fidarsi dei personaggi tv che si vedono così spesso, e che però io vi dico non ha nulla a che fare con il tipo di prodotto che si viene a rivendere in sé e per sé, ma solo per tutto quello che è il rischio di incappare in una moda senza alcun senso. E difatti, se riesci comunque a comperare il prodotto giusto e che soprattutto ti piace per davvero, non te ne pentirai ben mai.

Io comunque mi sento di dover dire tutto quanto ci abbia a che fare in un pianeta che vede oggi una crisi a dir poco assoluta dal punto di vista della economia generale, e io penso allora che ove sia possibile portare a casa qualche soldo di risparmio, magari lo si debba fare fin da subito e senza alcun dubbio, e allora io credo che si debba muoversi con una analisi attenta dei prezzi di ogni singola confezione di lenti a contatto colorate. E inoltre e in prima battuta che bisogna per forza e di per certo prendere in piena e totale considerazione anche se quel colore sta per davvero bene con il vostro colorito e colore dei capelli.

E quindi se me lo consentite io vi vorrei dire che vi è il pieno bisogno di stare ben attenti anche alla salute in relazione a quanto si consideri di sapere e poter utilizzare questa specie di strumenti, in modo da poter tenere attenzione solo a quanto si sappia e possa utilizzare, e non dunque a comperare cose che non vi servono.

Oggi occhi blu, domani occhi verdi, e poi… chissà!

Io credo che questo dovrebbe bastare per farvi intuire la assoluta e totale bontà della mia affermazione in favore delle lenti colorate che invece e di tutto possono darvi un aspetto e una bellezza nuove, richieste per tenere pulita una casa: solo in questo modo infatti si possono guadagnare ben tanti vantaggi i quali altrimenti e in caso opposto andrebbero persi in sé e per sé e del tutto, e inoltre in modo così da lasciarli del tutto inutili e non utilizzati, in sé.

Un trapano a colonna per ogni occasione?

Un trapano a colonna per ogni occasione?

Mi chiedo poi e pure se si sappia anche che io credo come si debba modificare e cambiare allora questo modo di osservare le cose e gli spazi, e i mondi e ogni altra cosa, e i pianeti di questo mondo e insieme e ancora tutto quanto circonda il mondo dei trapani a colonna, i quali io credo sono una risorsa di fondamentale e di primaria importanza ai fini di un apprendimento veloce del funzionamento che di volta in volta se ne voglia poi fare.

Ma direi poi e ugualmente e pure che voi stessi lo comprendiate come non sia affatto in alcun modo possibile dedicarsi al fai da te se prima non si studia anche almeno un poco di come possa operare uno strumento come questo, che è articolato e io dico pure e anche rischioso se non lo si sa usare e se viene dunque portato nelle mani sbagliate di persone che non sanno quali cautele vanno prese in specie durante un suo uso e poi e anche a non uso.

Ma poi e in fondo il nostro tema è un altro e un poco diverso: un trapano a colonna va bene in generale o è meglio prenderne uno per ogni singola occasione in cui ci si possa trovare a usarne uno? È in altre parole questo poli funzionale o invece e al contrario necessario portarne a una grande specializzazione? Io vi dico qui che ne esistono di vari e di diversi tipi, tutti propri e in sé e per sé; che sia da quello di specie e preciso a quello di genere e del tutto proprio, come già vi ho avuto modo di dire.

Di specie in genere, si può!

È un percorso che di per certo può dare molte ma molte migliorie a una macchina che comunque e anche parte da un presupposto di buon funzionamento del ruolo di pieno valore di un più o meno comune in sé e per sé il miglior trapano a colonna per il fai da te, come poi sono quelli a cui mi rivolgo io e penso poi e anche la maggior parte dei miei lettori, che saranno uomini di casa più che lavoratori in questo particolare settore, io penso. Poi ehi, se avete da smentirmi sarò più che ben felice di leggere i vostri commenti o i vostri messaggi dalla pagina dei contatti, come già ben sapete!

Ieri si è rotta la mia valigia trolley di una vita…

Ieri si è rotta la mia valigia trolley di una vita…

Ed ecco che la tristezza non ha fatto altro che colpirmi proprio ieri, dal momento che mi sono perso del tutto la possibilità di tenere con me anche nelle prossime vacanze la mia bella valigia trolley, dal momento che tale valigia è di per certo sfasciata, e non può tenere in sé oramai proprio più nulla di nulla. Ma sapete poi cosa mi dispiace anche e ancora di più? È semplice, e ve lo dico subito: ci avevo attaccato io così tante ma tante etichette dei posti in cui ero stato, che oramai non vi è più altra che la possa sostituire.

Io so bene e voi pure sapete tanto ma tanto bene che vi sono tante ma tanti motivi per correggere una situazione del genere: la prima è sia chiaro che altrimenti non potrà mai più andare in vacanza. E vorrei anche farvi vedere come il maggior problema stia anche e piuttosto in un’altra circostanza che ha grande ma grande importanza: io ci ero in pratica e in specie legata affettivamente, e questo determina allora che io non possa più curare o guarire il mio affetto lacerato da questa perdita. Ed è proprio così, insomma.

Da questo punto di vista voi dovreste anche sapere e considerare che ora io debba scegliere una bella valigia trolley da viaggio la quale mi possa dare le stesse soddisfazioni e le medesime belle sensazioni, che mi ha potuto e saputo offrire proprio questa, che mi è tanto ma tanto cara. E allora dovrò sceglierne una bella capiente e con il dovuto spazio per inserire e per attaccarci tutte le mie nuove e vecchie etichette; è chiaro, sempre che io riesca a salvare e mettere da parte qualche vecchia etichetta senza che essa si rompa.

Una scelta molto ma molto difficile!

E ora mi toccherà fare una scelta molto ma molto difficile per poter trovare una valigia trolley adatta a sostituire la mia storica compagna di viaggi, che mi è sempre stata vicina e, se vogliamo dirla tutta, mi rendeva anche e pure più bella di quanto non fossi, con la sua eleganza e la sua capacità di abbinarsi a ogni cosa e a ogni vestito o borsa o scarpa o paio di stivali che io avessi poi e pure deciso di indossare per la specifica occasione. E io direi che per una donna in specie questo non è poco!

Una bici pieghevole è per sempre!

Una bici pieghevole è per sempre!

E qualcuno di voi si chiederà, ma manco fosse un diamante questo qui ne parla! E invece qui e proprio se vogliamo dirlo una bici pieghevole, e magari poi anche se una di quelle degli ultimi modelli disponibili, è a dir poco eccezionale è ha un valore che va ben oltre quello che di solito le si riconosce. E in specie io direi anche e pure ben maggiore e superiore a quello che dice il semplice e normale prezzo di questo o quel modello di bici pieghevole, sia ben chiaro anche e pure questo.

Ma allora vi dirò perché io penso e anche qui vi sostengo in specie a voi in questo post del mio blog del perché si debba consigliare a tutti di comprare per sé o di regalare a famiglia e ad amici la bici pieghevole migliore. E questo perché in effetti e in fondo ci sono ben tante e tante ragione per cui uno dovrebbe dire: molto bene, me ne compro una pure io. E qui in questa nostra sede, in questo nostro post e poi e pure e in questo nostro blog non è che abbiamo tutto questo spazio da dedicare a questo e quel tema.

E dunque io penso che ci convenga qui parlarne giusto giusto di sfuggita e un po’ veloce ma anche e pure e per una ragione molto ma molto semplice, e cioè che è ben chiaro il perché di questo mio consiglio, dunque basta e pure qui e qualche consiglio o voce o detto veloce che basta secondo me per dire di procedere via via ma veloce perché non bisogna spendere troppe parole su ciò che pare a tutti e a chiunque qui dentro e poi pure fuori una pura e semplice ovvietà!

Pedalare, pedalare e poi ancora pedalare!

E continuare e poi e pure continuare e ancora a pedalare, perché in fondo io dico che di pedalare non si finisce mica mai, sia che si abbia una bici, sia che non si abbia alcuna bici, o no? E questo sia che sia pieghevole sia che non sia pieghevole, e mi pare pure ovvio. Ma a parte questa nostra digressione un po’ lunga, e io credo e pure anche e poi che non basti chiudere qui.

Ma insomma, andate a farvi una bella prova gratuita di una bici di questo tipo e poi compratela online con gli sconti, no?