Quali prospettive fuori dall’Italia?

Quali prospettive fuori dall’Italia?

Ci si può chiedere come venga giudicata negli altri paesi altri dall’Italia una prospettiva di crescita che spinga e coinvolga il lavoro inteso nella sua prospettiva più sociale. Io credo che questo possa essere di primo obiettivo per tutti, visti i notevoli riscontri positivi che questo può determinare, e che sono sempre e comunque propri e intrinseci alla stessa vita sociale.

Se voi doveste concentrarvi in questa direzione vi potreste senza alcuna ombra di dubbio accorgere del pieno e assoluto e garantito valore di un valore proprio del lavoro sociale anche in ottica più generale e più statale e magari anche pure e anche in ottica di redistribuzione di welfare e di ricchezza tra i cittadini, che tocca dunque e anche e pure i meno abbienti e i meno fortunati in ambiente di lavoro e di vita. Io credo che non si possa dimenticare una importanza centrale e fulcro in questo senso, come immagino voi siate in accordo con me.

E poi io penso e noi pensiamo anzi perché anche i miei compagni e colleghi sono in accordo con me che senza una maggiore sensibilità in tale direzione non si possa procedere in alcun modo e in alcun senso verso una ricchezza propria e intrinseca di questa uscita e di questa volontà. Io ritengo che si debba rispettare la prospettiva storica e sociale di lavoro e di welfare e di trattamento uniforme e socialmente accettabile e distribuibile.

Il lavoro sociale e il welfare all’estero

Immagino allora che voi stessi vi siate posti il medesimo quesito, e magari siete allora e pure in possesso di informazioni ulteriori che noi non abbiamo. In questo caso vi invito a condividerle qui negli spazi appositi dedicati ai vostri e più vari commenti, oppure nello scriverli a noi tramite la pagina dedicata ai contatti che è appunto lì proprio e solo per voi. Non abbiate timore e fatevi allora avanti, il dibattito e la promozione si portano sempre avanti in tanti.

Detto questo, io ritengo e credo che una promozione che qui vedo in sé e per sé ma anche e pure in una ottica tutta sua e propria di promozione in auge e in astratto quanto pure e poi in concreto richieda di per certo un ruolo attivo e di partecipazione a sua volta attiva da parte di tutti, da parte vostra e poi e pure da parte anche nostra.